Rispuntano fuori dalla fusione dei ghiacci.

I virus dormiglioni

Il più antico mai ritrovato è in Siberia, liberato dal permafrost. La fusione dei ghiacci, dovuta ai cambiamenti climatici, risveglia virus antichissimi. Non sono pericolosi per l'uomo ma bisogna studiarli attentamente e non abbassare la guardia.

Sono rimasti nel permafrost per migliaia di anni, 16 metri sotto il fondale di un lago della siberia orientale, fino a quando un gruppo di scienziati dell'università francese di Aix Marseille è riuscito a isolarli: 12 virus di diverse tipologie, prelevati da 7 campioni di terreno ghiacciato,  sono così tornati in vita in laboratorio. 
Tra questi, anche un virus gigante che, secondo gli scienziati, avrebbe 48.500 anni. E' probabilmente il più antico mai rivitalizzato. 
Servizio di Elena Cestino. Montaggio Paola Bovolenta