Nel quartier generale di Reply

Un avatar sempre più umano

La convergenza dell'intelligenza artificiale e della grafica avanzata sta creando una nuova generazione di umani-digitali

Macchine che ci parlano come se fosse umani. Ci ascoltano e rispondono. Con sembianze talmente realistiche da sembrare quasi in carne e ossa. L'evoluzione della grafica digitale associata all'intelligenza artificiale ha raggiunto un nuovo stadio. Mentre sui siti online lottiamo ancora con quegli assistenti digitali capaci di dare solo risposte confezionate - i cosidetti chatbot - che si perdono davanti a una domanda formulata diversamente, una nuova generazione di meta human - come Margot o Rose  -  sono pronti a invadere il mercato.

Il realismo di questi avatar per almeno il 50% dipende dalla loro grafica realistica. Che con le nuove tecnologie è possibile sviluppare in tempi fino a qualche anno fa impensabili.

Andiamo lì dove ancora non pochi anni fa c'era il quartier generale della Fiat Chrysler, al Lingotto. Oggi in quella palazzina c'è una società tecnologica, Reply, che tra le tante attività si occupa proprio di intelligenza artificiale. 

Servizio di Vanni Caratto
Montaggio: Andrea Volpe

Interviste a  Giorgia Fortuna, partner Machine Learning Reply, Filippo Rizzante, chief technology officer Reply, Roberto Del Ponte, senior manager Infinity Reply