Università

La sfida degli studenti: "Così inventiamo i business plan più innovativi"

A Torino una associazione di oltre cento universitari ha messo in piedi una web agency e organizza eventi di formazione

Dieci squadre, otto studenti per squadra. La sfida: elaborare in un'ora e mezza di tempo il business plan più innovativo, più sostenibile e più remunerativo che si possa individuare, sfruttando i dati delle scatole nere installate da una compagnia assicurativa sui veicoli. E' così che nascono proposte interessanti.

Per chi ci riesce meglio, in palio c'è un voucher per accedere a un master della scuola di business del Sole 24 Ore. La particolarità però è che non è l'università ad aver organizzato l'evento. Ma una associazione di studenti, in modo del tutto autonomo. Si chiama JEToP, conta 110 membri, la gran parte dei quali dal Politecnico ma qualcuno anche dall'università. Ed entrarci non è semplice. Su 120 candidature, all'ultima tornata, sono entrati solo in 40.

Il motivo è che in effetti chi entra diventa un piccolo imprenditore. L'associazione infatti ha messo in piedi una vera e propria azienda, che offre sul mercato servizi web e applicazioni per il telefonino. Una azienda che produce e fattura. E che è divisa in una area informatica, una logistica; poi c'è il legale, il marketing. Insomma tutto.

Tutti i soldi che entrano consentono all'associazione di crescere e organizzare eventi formativi come questo. Naturalmente le aziende hanno messo gli occhi su questo tipo di realtà. E così la sponsorizzano e la tengono presente tra i bacini ai quali attingere per future assunzioni.

Questa associazione in realtà arriva da una lunga storia. Ha oltre vent'anni di attività. E' tra le più vecchie in Italia, ma ce ne sono tante altre. Ognuna forte delle competenze dell'ateneo di riferimento. Qualcuno offre servizi legali, qualcuno commerciali. E son tutte riunite sotto un cappello unico.

In Italia sono 1.300 gli studenti coinvolti, 65mila in tutto il mondo. La confederazione europea tiene quattro meeting all'anno. 

Servizio di Fabio De Ponte, montaggio di Davide Mazzan.

Interviste a: Alice Guidi, presidente di JECatt (Univ. Cattolica); Marco Zagaria, presidente di JEMP (Politecnico Milano); Ilaria Auda Gioanet, responsabile evento; Fabrizio Battiloro, presidente di JEToP (Univ. e Polit. Torino); Ligeia Remonato Confederazione JeItaly.