Clima

Il grande freddo

A New York battuti i record di gelo che risalivano al 1906. In Giappone l'inverno più rigido da decenni. Qual'è il ruolo dei cambiamenti climatici? TgrLeonardo.

Il grande freddo colpisce diverse aree del pianeta, a partire dagli Stati Uniti. Temperature che sfiorano la quota di meno 60 gradi. Un clima estremo per 200 milioni di americani. Si discute sulle cause, forse antropiche, e si ricorda un precedente analogo che risale al 1906, quando il fordismo non era neppure un'idea. 

Venti gelidi su un fronte di oltre tremila chilometri, caos sulle strade e decine di morti, un milione di americani senza corrente elettrica, la Guardia Nazionale e il coprifuoco. 
Evoca scenari di guerra il Natale gelido degli Stati Uniti. 
Ma poi le cronache scivolano nella leggenda, e c'è chi ricorda la tempesta del '77, la bufera del '22, fino al Natale più freddo che si ricordi a New York, quello del 1906. 
Ma allora la matrice antropica della crisi climatica era ancora debole. 
E allora, questo freddo estremo è sempre colpa nostra?

  • Intervista con Antonello Pasini, fisico del clima CNR

Picchi di freddo negli Stati Uniti, ma anche in Canada e Giappone in questi giorni. 
Eccezioni in un globo che si riscalda sempre più, mentre sale verso di noi l'anticiclone africano.

La governatrice dello stato di New York Kathy Hochul parla di una guerra, una guerra contro madre natura. 
Ma la guerra al clima, l'abbiamo dichiarata noi.

Montaggio di Tiziana Samorì