Giornata mondiale

E' la Giornata Mondiale contro l'Aids, Di Perri: "Serve più prevenzione"

Le infezioni da Hiv diminuiscono in italia, dato che corrisponde anche alla tendenza in Piemonte, ma le diagnosi spesso avvengono tardi

In 40 anni la malattia ha causato la morte di oltre 40 milioni di persone nel mondo. Ma Il virus dell'Hiv oggi uccide molto meno grazie alla ricerca e alla prevenzione. Nel 2021 in Italia le infezioni sono state 1770. In Piemonte 135. Dati che potrebbero essere sottostimati a causa del Covid.

L'Hiv non curato porta alla malattia: l'Aids. E sempre nel 2021 sono stati 382 i nuovi casi in Italia. Ma il problema sono le diagnosi tardive: 8 persone su 10 hanno scoperto di essere sieropositive solo sei mesi prima che la malattia fosse conclamata. Un dato preoccupante perché oggi l'infezione da Hiv presa in tempo è gestibile grazie ai farmaci antiretrovirali come ci ricorda il professor Di Perri, virologo impegnato da sempre nella battaglia all'Aids.

Nel servizio l'intervista a Giovanni Di Perri, virologo