Al Lorusso e Cutugno

Carcere di Torino, la direttrice Buccoliero: "Grave sovraffollamento"

1.400 detenuti, per la gran parte uomini, immigrati, poveri. La metà in attesa di sentenza definitiva

Cosima Buccoliero da gennaio dirige il carcere Lorusso e Cutugno, quartiere le Vallette a torino: 1.400 detenuti, per la gran parte uomini, immigrati, poveri. La metà in attesa di sentenza definitiva. Un luogo scenario di presunte violenze al vaglio della magistratura. Quel che è certo è che dall'inizio dell'anno in quattro si sono tolti la vita impiccandosi o per esalazioni di gas.

Droga, furti, rapine. Questi i reati più comuni. Il carcere è la frontiera dei diritti. Solcati i cancelli del carcere delle Vallette la normalità va in pezzi. Ed è difficile costruirne una diversa.

Intervista a Cosimo Buccoliero, direttrice del carcere Lorusso e Cutugno.