L'ex presidente ha annunciato l'uscita anche dai Cda Exor e Stellantis

Andrea Agnelli: "Il mio futuro come una pagina bianca"

Nell'intervento di commiato dalla società bianconera, la rivendicazione del lavoro svolto nella ricerca di nuove fonti di finanziamento per il calcio. Il nuovo numero uno Gianluca Ferrero ha rassicurato i tifosi: "Le ambizioni sportive non cambiano"

Un finale noto da almeno un mese con una coda che però non era prevista e i cui effetti saranno pienamente valutabili solo nei prossimi mesi. Andrea Agnelli ha scelto il discorso di addio alla presidenza bianconera per annunciare anche l'uscita dai consigli di Exor e Stellantis, mentre manterrà il ruolo di consigliere nella Giovanni Agnelli Bv, la cassaforte di famiglia non quotata. Una scelta spiegata con parole chiare.  
Quale sarà il futuro dell'ex presidente bianconero dunque si scoprirà. Di certo nel suo discorso di commiato ha rivendicato con forza le scelte fatte a partire dalla ricerca di nuove fonti di ricavo per un sistema calcio sempre più in crisi. 
Quanto al futuro della Juve che consegnato anche idealmente nelle mani del nuovo presidente Gianluca Ferrero con il dono della maglia numero uno, questo dovrà passare inevitabilmente dalla valorizzazione dei talenti fatti in casa. Un concetto sul quale è tornato anche il neo numero uno bianconero che ha voluto rassicurare anzitutto i tifosi.
Poi l'impegno a difendere la Juve in tutte le sedi: sportiva, giudiziaria e civile. Senza arroganza ma con fermezza: il nuovo corso bianconero inizia da qui.
Servizio di Stefano Tallia
Montaggio Andrea Volpe