Restano gravi le condizioni dei due operai ustionati

Continuano le indagini per stabilire le cause dell'esplosione alla Providus di Volpiano

I feriti più gravi Antonio e Luca hanno 31 anni, sono di Milano e Garbagnate. Erano arrivati ieri pomeriggio alla providus. Gli altri due hanno 56 anni e sono di torino e leinì.

Le condizioni dei due ragazzi ustionati, sono ancora gravi. Uno  è stato investito dalla fiammata in pieno volto. Sono ricoverati entrambi al cto. Sono stati  trasportati ieri con l'elicottero. Meno gravi gli altri due feriti che stavano lavorando con loro  sul piazzale della ditta Providus di volpiano,  che produce bombole da campeggio.
Il giorno dopo i tecnici dello spresal, assieme ai carabinieri sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell'ennesimo incidente sul lavoro. 
Sembra che i 4 operai stessero collaudando un nuovo macchinario, che serve per caricare le cartucce della bombole  da campeggio che si producono nei capannoni. All'improvviso l'esplosione. Sembra che il  nuovo macchinario da collaudare non fosse in funzione e dunque non era collegato alla rete del gas. Ora  i tecnici cercheranno di capire cosa abbia innescato la fiammata. 
I feriti più gravi Antonio e Luca hanno 31 anni, sono di Milano e Garbagnate. Erano arrivati ieri pomeriggio alla providus. Gli altri due hanno 56 anni e sono di torino e leinì.
Intanto tuonano i sindacati. Nel 2022 le denunce di infortuni sul lavoro sono aumentate del 40% e da inizio anno in Piemonte si sono già registrati 4 incidenti sul lavoro. Una scia che non si arresta.