Le cure all'ospedale Regina Margherita

A un anno dalla guerra: la storia di Dasha

All'Arsenale dell'Armonia del Sermig con il progetto "Vita ai bambini". Dasha è arrivata a Torino undici mesi fa per proseguire le cure oncologiche al Regina Margherita grazie alla missione umanitaria della Regione Piemonte


Nel triste anniversario della guerra in Ucraina, la storia di Dasha arrivata da Odessa a Torino undici mesi fa per proseguire le cure oncologiche al Regina Margherita grazie alla missione umanitaria della Regione Piemonte.

Le parole delle mamma: “il 24 febbraio di un anno fa, eravamo nell'ospedale oncologico. In piena notte siamo stati svegliati da una forte esplosione. Lì per lì abbiamo pensato che fossero fuochi d'artificio. Ci hanno detto che bisognava evacuare l'Ospedale e visto che facevamo parte dei casi gravi ci hanno dato qualche ora per recuperare le nostre cose e ci hanno fatti arrivare in Moldavia”.

Quel 24 febbraio sembrava a tutti impossibile che potesse iniziare una guerra in Europa. Un conflitto "assurdo e crudele" che Papa Francesco ha definito "indecente" se guardato con gli occhi dei bambini malati di tumore e delle loro famiglie.

Da quando sono arrivati a Torino Dasha e la sua famiglia sono ospiti dell'Arsenale dell'Armonia del Sermig. Un ex eremo sulla collina di Pecetto che dal 2016 accoglie le famiglie dei bambini affetti da gravi patologie oncologiche. Qui, con ancora negli occhi l'orrore della guerra, ad un anno dal suo inizio, possono trovare un pò di pace