Short track, a Sighel e Confortola il titolo di campioni italiani overall

Al PalaTazzoli di Torino sono andati in scena i campionati italiani assoluti. Trionfo per il neo-campione del mondo nei 500 metri

Sul ghiaccio del PalaTazzoli di Torino sono andati in scena i Campionati italiani assoluti di short track. Una sfida agguerrita, ma anche una festa dopo il trionfo degli azzurri ai Mondiali di Seoul di una settimana fa. "Stanno diventando veramente un esempio i ragazzi della Nazionale, anche per i più giovani. Io lo vedo nella nostra federazione locale, credo che sia un momento veramente magico, un esempio straordinario", dice ai nostri microfoni il presidente della Federghiaccio Piemonte Renato Viglianisi.

Il trentino Pietro Sighel, 23 anni, campione del mondo nei 500 metri, nella due giorni torinese ha conquistato il titolo tricolore insieme a Elisa Confortola nel femminile. Per il fuoriclasse delle Fiamme gialle è il coronamento di una stagione straordinaria. "E' andata bene, è l'ultima gara della stagione, poi un po' di riposo. Dopo un weekend così era la cosa che volevo di più. Tornare, festeggiare, vedere le persone più care", il commento a caldo del campione. Grande entusiasmo anche per la star di casa, il torinese Andrea Cassinelli, reduce da due Medaglie in Corea. 

L'orizzonte adesso è Milano-Cortina 2026. Ma per Torino e gli appassionati di short track c'è un altro grande appuntamento in vista, le Universiadi invernali del 2025. “Vedere i migliori campioni presenti oggi a Torino è l'idea del grande successo che Torino 2025 vuole avere”, chiarisce il presidente del Comitato Alessandro Ciro Sciretti. "Iniziative come queste ci accompagneranno nei prossimi 20 mesi con l'obiettivo di far conoscere tutti gli sport invernali a un pubblico sempre maggiore".

Intervistati:

Renato Viglianisi, presidente Ferderghiaccio Piemonte

Pietro Sighel, atleta

Andrea Cassinelli, atleta

Alessandro Ciro Sciretti, presidente del Comitato organizzatore delle Universiadi invernali Torino 2025