A Rivarone l'assemblea pubblica per sensibilizzare i cittadini

Alessandria dice "NO" alle scorie nucleari

Sabato la manifestazione generale in città. Ritrovo alle 15 in via della Repubblica

207 campi da calcio, 150 ettari di territorio. Sarebbe questa la dimensione del deposito di scorie nucleari per il quale il territorio di Alessandria è stato ritenuto idoneo da Sogin, l'azienda di Stato che gestisce il nucleare. Sono 51 le aree in Italia dove può sorgere il sito nella lista del Ministero dell'Ambiente e della sicurezza energetica e ben 5 si trovano in provincia di Alessandria

Ieri a Rivarone, insieme ai sindaci, c'erano anche l'assessore regionale all'agricoltura Protopapa e al turismo Poggio, per sottolineare la contrarietà della Regione al sito in terra piemontese, che vanta terreni agricoli di pregio e il Monferrato patrimonio Unesco. La non idoneità delle zone, sottolineata dai tecnici chiamati agli studi dagli amministratori locali, è da ricollegarsi soprattutto alle falde acquifere

Proprio per dire No al deposito nucleare, sabato prossimo è stata indetta una mobilitazione generale all'insegna della pluralità e della trasversalità. Tra loro ci sarà anche l'ex giocatore della Juventus, Roberto Bettega che si rifugia spesso nella casa di Vignale Monferrato

 
servizio di Silvia Bacci, montaggio di Enrico Caleffi, interviste a Enrico Bussalino, presidente Provincia di Alessandria; Gianluca Colletti, sindaco di Castelletto Monferrato; Elisabetta Tinello, sindaco di Rivarone