Al Tenda bloccata anche la ferrovia

Cuneo - Ventimiglia, nessun treno per due settimane. Almeno.

Almeno fino a metà Aprile non sarà ripristinata la linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia, interrotta per frana in territorio francese. E' una delle conseguenze del maltempo pasquale. A Valstrona quasi libera la strada per raggiungere i 450 isolati.

Le ferrovie francesi comunicano che la durata dell'interruzione della linea Cuneo-Ventimiglia per frana fra Vievola e Tenda in territorio francese persisterà almeno fino alla metà di Aprile. I treni potranno viaggiare solo tra Cuneo e Limone. Sconcerto nel cuneese, dove si sollecitano autobus sostitutivi per i lavoratori transfrontalieri. 

In Piemonte si lavora per fronteggiare le conseguenze del maltempo del week-end pasquale. Oltre 200 mm di pioggia nel Vco, 177 nel Biellese, 130 nel Cuneese hanno causato l'innalzamento del livello dei corsi d'acqua, è allerta gialla nei comuni rivieraschi di lago Maggiore e lago d'Orta. 

Sono in corso gli interventi su frane e smottamenti. Liberato il primo tratto di strada interrotto dalla frana a Valstrona sopra Omegna, nel Vco, si lavora per sgomberare l'altro tratto. Saranno poi i geologi a decidere se ci siano le condizioni di sicurezza per riaprire al traffico la SP 160 e ripristinare i contatti con i 450 abitanti di Luzzogno e Inuggio rimasti isolati da ieri mattina. Il sindaco deciderà entro la serata sulla riapertura delle scuole. 


Ancora chiusa nel Biellese la provinciale 200 a Zumaglia, mentre nel Vercellese ripristinata la SP 9 a Cravagliana, voragine sistemata, strada riaperta regolarmente. 

Si contano i danni della violenta grandinata che si è scatenata  a metà pomeriggio di Pasquetta su una vasta area del novarese, Borgomanero, Gattico, Dormelletto, Arona, Grignasco i comuni più colpiti. In autostrada molte auto ferme, chicchi grandi fino a 2 centimetri.

In Piemonte resta l'allerta gialla dell'Arpa per rischio valanghe su Verbano, Valsesia, Canavese.