Puglia
24 Maggio 2019 Aggiornato alle 19:01
Economia & Lavoro

Timac Agro. Salvi i lavoratori

Revocato dalla procura di Trani il provvedimento di sequestro dello stabilimento per la vicenda legata all'inquinamento atmosferico. Soddisfatti i 51 lavoratori dell'azienda specializzata in agroforniture.
Credits © TGr Timac Agro di Barletta
Timac Agro di Barletta
 "Apprendiamo con soddisfazione la notizia della salvaguardia dei livelli occupazionali alla Timac Agro di Barletta, a seguito della revoca del provvedimento di sequestro dello stabilimento da parte della Procura". E' la posizione di Cgil, Cisl e Uil Bat, che hanno diffuso una nota congiunta con le categorie Filctem, Femca e Uiltec. "La svolta nella vicenda della Timac fa tirare un sospiro di sollievo ai 51 lavoratori dell'azienda - rilevano i sindacati - oltre a tutti quelli che ruotano attorno all'indotto". Un risultato raggiunto dai sindacati "grazie al coinvolgimento delle istituzioni locali - rilevano Cigil Cisl Uil - a partire dal sindaco di Barletta Cosimo Cannito e della 'task force' della Regione Puglia che hanno coniugato la battaglia ambientale alla salvaguardia dei livelli occupazionali e dell'unità produttiva", ritenendo di "pari importanza" le due questioni. "Escludendo la responsabilità dell'azienda sull'inquinamento atmosferico, come si evince dalla decisione della Procura - proseguono i sindacati - resta però da comprendere dove si annidino queste responsabilità. L'auspicio è che le risposte" arrivino "al più presto". "Il nostro prossimo obiettivo - concludono - è sederci al tavolo con i vertici della Timac per mettere a punto un piano industriale condiviso che miri al rilancio per garantire il futuro di tutti i lavoratori dello stabilimento" di Barletta.

Potrebbero interessarti anche...

Altri articoli da Economia & Lavoro