Puglia
06 Ottobre 2022 Aggiornato alle 09:53
Arte & Cultura

Staffette della memoria, per ricordare le stragi di Capaci e via D'Amelio

Gruppi di ciclisti partono da ogni parte d'Italia per incontrare i pellegrini che a piedi raggiungono il santuario di San Michele a Monte Sant'Angelo, patrono della Polizia. Prima tappa Taranto.
Credits © tgr Monte Sant'Angelo il santuario di San Michele
Monte Sant'Angelo il santuario di San Michele
Nell'ambito del 'Memorial Day', l'evento che il Sindacato autonomo di Polizia (Sap) organizza dall'anno successivo alle stragi di Capaci e Via D'Amelio, martedì 14 maggio faranno tappa nel tarantino le 'Staffette della Memoria', gruppi di ciclisti che partono in sella alla propria bici da ogni parte d'Italia per incontrare i pellegrini che a piedi raggiungono Monte Sant'Angelo, nel foggiano, sede del santuario di San Michele Arcangelo, protettore della Polizia di Stato. Le 'Staffette della Memoria' arriveranno a Taranto, sede della segreteria provinciale del Sap guidata dal segretario provinciale Arnaldo Di Michele, martedì 14 maggio: alle ore 9.30 si concentreranno presso la stele dedicata ai caduti della Polizia di Stato nella caserma D'Oria, sede del 15/mo Reparto Mobile, per una breve sosta di riflessione e confronto e per commemorare le vittime del dovere. Interverranno il vicario del questore Gennaro Semeraro, il cappellano don Santo Guarino e il dirigente del Reparto Mobile di Taranto, Giuseppe Caramia. Successivamente, partendo alla volta di Ostuni (Brindisi), le staffette faranno tappa nel tarantino, nei commissariati di Grottaglie (alle ore 11) e Martina Franca (alle ore 13). Anche qui si terrà una cerimonia commemorativa. Quest'anno ogni tappa del cammino è dedicata a una vittima del dovere. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Arte & Cultura