Puglia
23 Luglio 2019 Aggiornato alle 20:17
Politica & Istituzioni

Il Consiglio regionale della Puglia rafforza l’attività dei garanti

Presentati due avvisi pubblici dal Presidente Loizzo: “È apprezzabile l’attività quotidiana dei nostri Garanti, un lavoro importante, silenzioso, lontano dalla ribalta della cronaca e che cerca di portare sollievo a tante sofferenze”
Credits © Rai Consiglio regionale Puglia
Consiglio regionale Puglia
Il primo avviso pubblico favorisce l’incontro dei figli minori coi detenuti, l’altro istituisce l’albo fornitori “per un consumo etico e consapevole”. Con il presidente, sono intervenuti alla conferenza stampa il garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, Piero Rossi, il garante per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, Ludovico Abbaticchio e il segretario generale del Consiglio regionale, Domenica Gattulli. Con le iniziative previste nei due avvisi un garante entra nelle materie dell’altro. Settantacinque mila euro l’impegno di spesa complessivo iniziale, 60mila per il primo avviso 15mila per il secondo. Il bando rivolto al sistema no profit di accoglienza riguarda i figli minori in visita a genitori reclusi. Saranno sostenuti, fino a un massimo di 15mila euro, progetti in grado di favorire l’incontro, facilitarlo materialmente, intrattenere i bambini, aiutare gli adulti a rielaborare la consapevolezza della genitorialità. L’altro avviso crea un albo fornitori dei garanti per assicurare l’acquisto di beni, prodotti e servizi preferibilmente da imprese sociali impegnate nell’inclusione di soggetti deboli attraverso il lavoro (produzioni realizzate negli istituti di pena o da disabili) e dal commercio equo e solidale. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Politica & Istituzioni