Puglia
19 Febbraio 2020 Aggiornato alle 14:16
Ambiente

Pesca abusiva, in due mesi sequestrata una tonnellata e mezza di pesce

In particolare tonno rosso, ricci di mare e il cosiddetto bianchetto. 200 i controlli della Guardia Costiera e 55mila euro di sanzioni
Credits © tgr L'operazione della Guardia Costiera di Manfredonia
L'operazione della Guardia Costiera di Manfredonia
Controlli pressanti della Guardia Costiera di Manfredonia hanno portato al sequestro di circa 1,5 tonnellate di prodotto ittico, tra cui tonno rosso, ricci di mare ed il cosiddetto “bianchetto”, ossia esemplari di sarda allo stato giovanile. Gli sforzi dei militari si sono concentrati oltre che alla repressione di fenomeni di pesca abusiva e non regolare anche all’attività preventiva verso la tutela della risorsa ittica a rischio. Fondamentale è stato l'aiuto, nelle acque prospicenti il Golfo di Manfredonia del pattugliatore multiruolo della Guardia Costiera.
Nel corso dei controlli, che hanno riguardato tutto il territorio ricadente nella competenza della Direzione Marittima di Bari nel periodo che va da fine gennaio a fine febbraio, sono stati effettuati in totale circa 200 controlli, a seguito dei quali sono stati contestati illeciti amministrativi per un importo totale pari a circa 55mila euro, oltre all’accertamento di alcuni illeciti penali. 
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ambiente