Puglia
13 Aprile 2021 Aggiornato alle 18:37
Scuola

Uil Puglia: "Non ci sono le condizioni per tornare a scuola il 7 gennaio"

Lo sostiene Gianni Verga, segretario generale della Uil Scuola Puglia. "Soprattutto i trasporti non danno garanzie". Atteso un tavolo istituzionale
Credits © TGR Puglia scuola
scuola
 "Non si può scaglionare l'ingresso - dichiara Gianni Verga - e intervenire ripetutamente sulla organizzazione scolastica come se fosse una Lego da montare e smontare all'occorrenza o sul personale scolastico come se fosse la vittima sacrificale che paga il prezzo di carenze strutturali e contingenti". "Per le scuole superiori - continua Verga - manca una regia, quella dell'assessorato regionale ai Trasporti che, nonostante il cambio di guardia, continua sulla stessa linea di scarsa considerazione del sistema scuola e dei loro attori, con notizie frammentate e tanti tavoli inutili, ora anche con le prefetture, senza avere ben chiaro il funzionamento delle scuole". Verga lamenta anche che "al tavolo regionale del 30 dicembre scorso, per una riunione chiesta dai sindacati, non sono state fornite dalla Regione Puglia, unico interlocutore presente l'assessore Sebastiano Leo, notizie rassicuranti per la ripartenza il 7 gennaio in presenza". 
"Sarà convocato tra domani e lunedì mattina un tavolo istituzionale con le organizzazioni sindacali" per "trovare tutte le soluzioni possibili ad una ripartenza in sicurezza della scuola". Lo ha annunciato  l'assessore regionale all'Istruzione, Sebastiano Leo, rispondendo alla lettera che hanno inviato i segretari delle sigle sindacali della scuola Cgil, Cisl, Uil, Snals-Confsal, Fgu, Anief e Anp. Le organizzazioni, tra le ipotesi da portare al tavolo, hanno proposto di far slittare (al 15 o al 18 gennaio) la data di inizio della scuola in presenza per gli studenti delle scuole superiori, prevista per il 7 gennaio prossimo: "Potrebbe essere un'idea percorribile - ha detto Leo -, al momento ciò che ci governa sono i dati epidemiologici". Sulle lamentele relative, invece, ai trasporti l'assessore risponde: "La Puglia è pronta. La Regione ha messo in campo diverse risorse e non ci sarebbero problemi nemmeno per fronteggiare un eventuale ingresso scaglionato".

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Scuola