Puglia
30 Settembre 2022 Aggiornato alle 19:37
Economia & Lavoro

"Fenomeno esploso con il surriscaldamento climatico", spiega Coldiretti

Campi pugliesi sempre più 'tropical'

Cresce la produzione di frutta esotica: 100mila nuove piante di avocado in Salento, 32mila a Castellaneta. Si coltivano anche mango, lime, bacche di goji e persino banane 100% made in Puglia.
Credits © ansa foto una pianta di avocado
una pianta di avocado
Aumentano le produzioni di frutta esotica in Puglia. In pochi anni si è passati da qualche ettaro ad oltre 500 ettari dedicati alla coltivazione di specialità tipicamente tropicali.
Dati forniti da Coldiretti Puglia, che spiega: "Il fenomeno della frutta esotica è esploso in relazione ai cambiamenti climatici e al surriscaldamento ed è destinato a modificare in maniera profonda i comportamenti di consumo nei prossimi anni, insieme alle scelte produttive delle stesse aziende agricole". 

I consumi sono aumentati del 18% quest'anno. Al primo posto l'avocado - da solo vale il 41% della frutta tropicale acquistata - seguito da mango e papaya. Dopo la Sicilia e la Calabria anche la Puglia si sta 'specializzando ' in frutta esotica e sempre piu' frequentemente la terra coltivata viene dedicata alla produzione di frutta esotica, grazie all'impegno di giovani agricoltori. A Castellaneta sono state piantumate altre 32mila piante di avocado, mentre in Salento si parla di 100mila piante di avocado , 8mila piante di mango e altrettante piante di lime, mentre fanno capolino le coltivazioni di banane 100% made in Puglia". 


- spinto anche dall'impegno di tanti giovani agricoltori, è un esempio della capacità di innovazione delle imprese agricole pugliesi nel settore ortofrutticolo che troppo spesso viene però ostacolata da un ritardo organizzativo, infrastrutturale e diplomatico".  

Nella regione - secondo un'analisi di Coldiretti Puglia - si registra una impennata delle coltivazioni di avocado, mango e bacche di Goji, insieme a tante altre produzioni esotiche come le bacche di aronia, le banane e il lime. "

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Economia & Lavoro