Puglia
27 Settembre 2022 Aggiornato alle 19:56
Spettacolo

Le voci dissonanti di Time zones 37: da Franco Cassano ai Calibro 35

Torna la storica rassegna dedicata ai nuovi suoni e alle 'musiche possibili', dal 16 settembre al 15 ottobre, a Bari. In cartellone anche Mokadelic, Mùm e i pugliesi Violent Scenes
Credits © Time zones time zones 2022
time zones 2022
Si parte con un omaggio inedito a Franco Cassano. Si prosegue con un ricco calendario di appuntamenti letterari e musicali, fino alla conclusione - il 15 ottobre - col gruppo funk jazz Calibro 35 e il suo 'Scacco al maestro', dedicato al genio di Ennio Morricone. Sempre trasversale, nel tempo più intimista, Time zones è sempre lì, "sulla via delle musiche possibili", una vocazione sperimentale che la creatura di Gianluigi Trevisi conferma anche in questa sua 37esima edizione, in scena fra la Vallisa di Bari, la fattoria dei Primi a Valenzano - simbolo di legalità - il chiostro di Santa Chiara, il teatro Abeliano, il Kismet, e l’AncheCinema. 

Un'edizione segnata dagli incontri, come nel progetto Zarathustra, in cui attori e note collaborano per scandagliare il pensiero di Nietzsche. Un percorso volutamente non lineare, fra generi e stili: il modern classical di Federico Albanese, il jazz libero e contaminato del pianista Steve Beresford, accompagnato da Valentina Magaletti e Pierpaolo Martino. I suoni ipnotici degli islandesi Múm. L'elettronica piu' contemporanea di Christian Löffler. Una rassegna internazionale in cui trovano spazio, tra gli altri, anche i 'nostri' Violent Scenes, una delle band più originali della scena pugliese e  i Mokadelic, autori delle splendide musiche della serie Gomorra.

 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Spettacolo