Taranto

I Nas in pasticceria, sequestri e sigilli

Irregolarità riscontrate in oltre metà degli esercizi controllati, dodici attività sospese per gravi carenze igienico-sanitarie o strutturali

I Nas in pasticceria, sequestri e sigilli
Rai
Controlli dei NAS in pasticceria

Sigilli per dodici laboratori di pasticceria “a causa di gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali” che costano care ad altrettante attività commerciali o produttive. Oltre cinque milioni di euro il valore economico al centro dei provvedimenti emessi a seguito di una batteria di controlli sugli ambienti di preparazione degli alimenti intorno alle festività pasquali. Ma il lavoro dei Carabinieri del NAS di Taranto non si è fermato qui, perché nella campagna di accertamenti nel territorio tarantino sono state rilevate irregolarità in 32 dei 61 esercizi ispezionati, tutti specializzati nella produzione di prodotti da forno ed al settore dolciario. Oltre metà dei luoghi ispezionati quindi a rischio dal punto di vista della sicurezza degli alimenti e la salute dei consumatori. Contestate almeno 15 violazioni amministrative, per un ammontare di circa 20 mila euro di sanzioni pecuniarie. Individuati e sequestrati circa 250 chili di prodotti dolciari e materie prime, per un valore complessivo di oltre 5.000 Euro, poiché privi di qualsiasi informazione inerente alla tracciabilità alimentare.