Treni

Treni: cancellazioni e tragitti alternativi sulla linea Adriatica

Lavori tra San Vito (Chieti) e San Severo (Foggia) dall'8 al 20 aprile: le tratte interessate e le soluzioni con i bus sostitutivi

Treni: cancellazioni e tragitti alternativi sulla linea Adriatica
TGRPuglia
Un treno intercity

Modifiche al traffico ferroviario nelle prossime settimane, sulla tratta adriatica. Nei giorni dal 7 al 20 aprile sono previsti lavori di manutenzione e potenziamento infrastrutturale e tecnologico, sulla linea ferroviaria Pescara-Foggia, fra San Vito (Chieti) e San Severo (Foggia). 

A seguito di questi lavori, i treni ad alta velocità, gli Intercity e Regionali subiranno alcune modifiche alla circolazione, deviazioni di percorso, limitazioni e cancellazioni. I treni sulla direttiva Torino/Milano/Venezia - Bari/Lecce/Taranto saranno oggetto di limitazioni di percorso nelle stazioni di Ancona e Pescara. In particolare: i treni FR 8810, FR 9806, FR 8814, FR 8820, FR 8824, FR 9808 avranno origine da Pescara. I treni FR 8816, FR 8818, FR 8828 e FR 8830 avranno origine da Ancona. 

Alcuni treni Intercity della relazione Milano/Bologna- Bari/Lecce subiranno cancellazioni parziali fra Pescara e San Severo. Sono previsti collegamenti alternativi con bus. I treni Intercity Notte della relazione Milano/Torino Porta Nuova - Lecce, nelle notti dal 07 all' 11 e dal 14 al 18 aprile, subiranno modifiche di percorso con cancellazioni delle fermate intermedie nel percorso tra Bologna Centrale e Foggia, con modifiche di orario. 

Dall'8 al 12 e dal 15 al 19 aprile, fra Bari e Foggia, il treno R4306 sarà interessato da modifiche nell'orario di partenza. Stessa modifica di orario interesserà il treno 19984, fra Brindisi e Taranto; Dall' 08 al 20 aprile, i treni regionali fra Termoli e Foggia subiranno cancellazioni ed i collegamenti saranno effettuati con bus. I posti disponibili sui bus, che aumenteranno i loro tempi di percorrenza in relazione anche al traffico stradale, possono essere inferiori rispetto al normale servizio offerto, si consiglia pertanto di valutare la ripianificazione del proprio viaggio.