Cozzaut: inclusione e tradizione

A Taranto un progetto in collaborazione tra i mitilicoltori di Confcommercio, l'associazione di volontariato PowerAut e il Wwf

Dal Mar Grande al Mar Piccolo passando sotto le basse volte del ponte di Pietra. Poi dal primo seno al secondo attraverso le campate del Punta Penna. 
Inizia così la giornata di uno speciale gruppo di mitilicoltori. Hanno un’età compresa fra i 15 e i 25 anni, e sono tutti affetti da disturbo dello spettro autistico. Protagonisti di un progetto nato dalla collaborazione fra l’Associazione di volontariato Power Aut e i mitilicoltori di Confcommercio. Con l’aiuto prezioso del WWF Taranto. Cozza Aut, il nome dell’iniziativa che mette insieme inclusione e tradizione. 
Oggi si lavora alla cosiddetta “sciorinatura” del seme delle cozze. A partire dalla prossima primavera le cozze verranno raccolte e messe in vendita nelle pescherie. L’intero ricavato destinato all’Associazione Power Aut.