Bari

Una madre dona un rene al figlio. "Mi sono offerta subito, felice di aiutarlo"

L'uomo è un 42enne della provincia di Avellino. Dopo una terapia a Roma, ha scelto il Centro trapianti pugliese e si è operato al Policlinico. Il gesto d'amore della donna gli ha evitato il tunnel della dialisi. Presto tornerà alla vita normale

"Quando ci hanno detto che aveva bisogno del trapianto, mi sono offerta subito". La mamma si commuove ricordando quei giorni di sgomento in famiglia. Il figlio Luigi colpito a 40 anni da una malattia autoimmune ai reni. Lei si propone subito per donare. "Quando ho saputo che ero compatibile con mio figlio - racconta Lidia - ho fatto una festa con i miei colleghi a scuola, con le maestre, con tutti".  

Abitano in provincia di Avellino, lui è un imprenditore con due figli. "Ai bambini glielo abbiamo fatto capire - spiega Luigi - perché era importante che capissero. Pian piano abbiamo spiegato che il papà doveva fare questo intervento".  

L'operazione era indispensabile per evitare il lungo tunnel della dialisi. Prima hanno provato una terapia a Roma, poi la scelta di andare a Bari al Policlinico. “Si tratta di una persona assolutamente sana che fa un atto di altruismo - sottolinea il responsabile di urologia Pasquale Ditonno - e questo atto di altruismo porta a risultati eccellenti”. 

Il percorso prima dell'intervento è durato un anno, il trapianto eseguito una settimana fa. Lei dimessa quasi subito, lui uscirà tra qualche giorno. "E' come rinascere - aggiunge Luigi - ti senti una persona nuova. Sai che potrai ricominciare a vivere, a fare una vita normale come prima. E tutto grazie alla mamma".