La selezione per la scuola finisce nella bufera

Aspiranti insegnanti beffati

Anche in Sardegna esplode la protesta degli aspiranti insegnanti che hanno partecipato al maxi concorso.

Aspiranti insegnanti beffati
Ansa foto
Studente con libro scolastico

Una marea di bocciati, quesiti tranello, un bluff. Finito nell'occhio del ciclone fin dal suo esordio anche il maxi concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado che continua la sua corsa, ma rischia di non arrivare al traguardo.

La bufera che lo sta travolgendo porta con sé il pericolo di mandare all'aria il sogno di 33mila precari che, nella selezione dei 430mila candidati, potrebbero essere immessi in ruolo dopo anni di precariato. Dalle prove scritte, iniziate il 14 marzo in ogni regione e tuttora in corso fino al 13 aprile, sta venendo fuori di tutto, tranne i possibili vincitori, visto che al momento il 90 per cento sa già di non avercela fatta.