Cagliari, ancora una sconfitta: 1-2 con la Juve

Il gol di Joao Pedro illude i tifosi rossoblù, poi il pareggio De Ligt dopo mezzora. Nella ripresa Vlahovic chiude la partita

Cagliari, ancora una sconfitta: 1-2 con la Juve
ANSA
Il gol di Joao Pedro per l'1-0

Il Cagliari si regala per mezzora il sogno della vittoria contro la Juventus alla Domus ma poi soccombe a una squadra che preme di più, recupera palloni, tira di più in porta. E alla fine segna un gol per tempo.

Mazzarri mette in campo un 3-5-2: Cragno in porta, il terzetto Lovato, Carboni e Altare in difesa. A centrocampo Deiola, Marin e Dalbert, con Bellanova e Lykogiannis sulle fasce. In attacco affianco a Joao Pedro c’è il ritorno di Pavoletti che tuttavia non riesce a incidere e nel secondo tempo cede il posto a Pereiro. Allegri punta invece su un 4-4-2: davanti a Szczesny, De Ligt e Chiellini centrali, Danilo e Pellegrini terzini. A centrocampo, Arthur e Zakaria. Cuadrado a destra, forse il migliore in campo, e Rabiot a sinistra. Davanti c’è Dybala affianco a Vlahovic.

L'ultima sconfitta della Juventus a Cagliari risale al 2020 e i rossoblu si illudono di ripetere il successo quando al decimo minuto Marin strappa un pallone dai piedi di Dybala a centrocampo, scende sulla fascia e serve Joao Pedro al limite dell’area: stop del capitano e diagonale imparabile. Al 23 la Juventus si vede annullare un gol. Pellegrini tira dal limite. Deviazione di Rabiot e rete. Ma il francese ha toccato la palla col braccio. I bianconeri però premono troppo, il Cagliari solo a sprazzi riesce a uscire. La Juve va due volte vicino al gol con Dybala e una con Cuadrado, con una gran parata di Cragno. Anche Rabiot manca la porta facendo sfumare una ghiotta opportunità nata da un rinvio sbagliato del portiere rossoblù. Al 45esimo arriva il pareggio. Di nuovo Cuadrado si infila in area da sinistra senza che nessuno vada a ostacolarlo e crossa per De Ligt che svetta su tutti di testa e la mette dentro. Tutti negli spogliatoi si riparte dall’uno a uno.

Nella ripresa subito un nuovo gol annullato alla Juve al 47’: da un calcio d'angolo nasce un’azione per Dybala. Il tiro sporco diventa un assist vincente per Chiellini che però è in fuorigioco. La Juve pressa e spinge il Cagliari dentro la propria area. I bianconeri vanno di nuovo molto vicino al gol con Cuadrado, gran diagonale da fuori area, e con Vlahovic che al 73’ si porta a spasso mezza difesa rossoblù imbeccato da Dybala ma tira debolmente. Non sbaglia però due minuti dopo. Stesso schema: passaggio in verticale dell’argentino al serbo che anticipa e Altare con la punta del piede e supera Cragno. Mazzarri passa alle tre punte facendo entrare anche Keita. Nel finale il Cagliari tenta l’assalto ma senza fortuna. Con la Juventus è la quinta sconfitta di fila.