Giornata della Terra

Una start-up per 15 milioni di alberi

Chiunque può partecipare all'iniziativa con una donazione

Una start-up per 15 milioni di alberi
Alberea
La piantumazione di un albero

La giornata mondiale della Terra torna come ogni anno per ricordare che chiunque può fare la propria parte nella lotta ai cambiamenti climatici che minacciano il pianeta.
E se in certi casi non è possibile adottare comportamenti virtuosi, come rinunciare all'auto, ai treni o agli aerei, si può però provare a rimediare, compensando le emissioni di gas serra prodotte attraverso la piantumazione di nuovi alberi, capaci di assorbirle. In quest'ottica è nata la start-up, con sede nell'isola, Alberea. Sei giovani professionisti, di cui quattro sardi e due pugliesi, che si sono posti l'obiettivo di riforestare l'area del Mediterraneo con 15 milioni di piante entro il 2030.

Chiunque potrà adottare o regalare un albero, attraverso il sito dell'azienda, scegliendo tra nove specie diverse e versando una quota simbolica. E poi potrà seguirne lo sviluppo attraverso Gps e altri canali di informazione che racconteranno le varie fasi di vita dell'esemplare. L'iniziativa parte dall'isola, dove si prevede di piantumare più di un milione di alberi nei prossimi otto anni. "Abbiamo deciso di cominciare dalla Sardegna - spiega Gonare Marongiu, uno dei fondatori dell'azienda - perché è al centro del Mediterraneo ed è casa nostra. Inoltre, secondo studi scientifici, è tra le aree più a rischio di desertificazione".