Forestali, carabinieri e polizia hanno sequestrato 350 kg di stupefacente

Maxi operazione antidroga a Vallermosa

La droga era nascosta in una cisterna interrata sotto un campo. Sequestrati oltre 340 chili di marijuana

Maxi operazione antidroga a Vallermosa
Corpo Forestale
Sequestro droga a Vallermosa

La maggior parte della droga era nascosta in una cisterna sotto un campo di finocchi, il resto in un anfratto di roccia. Trecentoquarantadue chili di marijuana già essicata e suddivisa in sacchi, pronta per essere venduta all'ingrosso. A scoprirla, dopo attività di osservazione e videosorveglianza, il nucleo investigativo della guardia forestale di Cagliari, in una maxi operazione condotta ieri nelle campagne di Vallermosa. 

Trenta gli agenti impiegati nell'intervento, supportato dai corpi cinofili di polizia e carabinieri, e dagli artificieri della polizia. L'intervento ha portato all'arresto di Nicola Collu, 24 anni e Adrijon Mema , 25, entrambi residenti in paese e con precedenti per droga. Denunciati a piede libero, la madre di Mema e il padre di Collu. I due giovani collaboravano nel traffico di stupefacenti che custodivano in due diversi depositi presso le rispettive aziende: 210 chili di marijuana in località Caddaxiou nella cisterna interrata, altri 132  a Case Morgano in una piccola grotta.

Collu e Mema si trovano ora in custodia cautelare a Uta, mentre la droga, dopo l'analisi della polizia scientifica, è stata sequestrata, insieme agli strumenti per la coltivazione, lavorazione e confezionamento della cannabis. Il suo valore di mercato è stimato in almeno un milione e quattrocentomila euro.