Domani incontro a Chilivani

Nuova mobilitazione degli autotrasportatori

Senza lo sconto sulle accise i prezzi aumenteranno a fine mese

Nuova mobilitazione degli autotrasportatori
Autorità Portuale della Sardegna
porto olbia


Una nuova mobilitazione. I blocchi davanti ai porti dell'Isola, le proteste, i camion a rilento sulle arterie principali come la 131 o la Nuoro Olbia. Le manifestazioni nei centri cittadini. Gli autotrasportatori sardi sono pronti a riorganizzarsi. A poco meno di un mese dalla tregua, con il governo che aveva annunciato il taglio di 30 centesimi al litro al costo del carburante, chi trasporta merci in lungo e in largo per l'Isola e anche oltre Tirreno si sente beffato. 

Domani, a Chilivani, un incontro per decidere il da farsi. Ma la strada sembra segnata, all'orizzonte ci sono nuove agitazioni. 

Nelle ultime settimane prezzo del carburante è diminuito per tutti. Non si vedono più le cifre record superiori a 2 euro al litro per benzina e gasolio. Siamo sotto 1 euro e 80. Ma gli autotrasportatori non ci stanno. Da fine mese senza lo sconto sulle accise, i prezzi aumenteranno di nuovo.