Il caro benzina

Tassisti preoccupati: "Altre licenze? Non ora"

Il Comune valuta di rilasciare altre autorizzazioni, i conducenti non ci stanno: "Ci riprendiamo ora dalla pandemia"

Tassisti preoccupati: "Altre licenze? Non ora"
Tgr Sardegna
Un taxi

I tassisti cagliaritani trattengono il fiato: dopo il calo del prezzo della benzina, grazie al taglio delle accise prorogato al 2 maggio, e due anni di pandemia, temono una nuova minaccia. Visti alcuni disservizi dello scorso agosto per l'improvviso aumento di turisti, il Comune di Cagliari pensa di aggiungere una ventina di nuove licenze alle 105 auto bianche in città, per fronteggiare una stagione che potrebbe reggere, nonostante le turbolenze internazionali. Ma il Sindacato Italiano Libero trasporto, attraverso Massimo Orrù, teme sia troppo presto. Per questo i conducenti di auto bianche chiedono che prima vengano valutati i flussi in arrivo: “E poi aspettiamo di capire come andrà la questione dei carburanti, prima di aumentare il numero di tassisti, in una città dove comunque si lavora da maggio a ottobre”.