Ultima chiamata per la Serie A

700 tifosi rossoblù al Penzo per il Cagliari

Contro il Venezia gli ultimi 90 minuti che decideranno il futuro del club, in bilico tra salvezza e retrocessione.

700 tifosi rossoblù al Penzo per il Cagliari
Web
Lo stadio Penzo di Venezia si erge a due passi dalla laguna

Il Cagliari blindato nel ritiro di Asseminello ha effettuato una seduta di allenamento mattutina sotto gli occhi del presidente Giulini. Nel pomeriggio decollerà il charter che condurrà la squadra all’appuntamento con il proprio destino: gli ultimi 90 minuti di campionato contro il Venezia emetteranno il verdetto inappellabile sulla prossima stagione dei rossoblù. Un risultato diverso dalla vittoria sancirà la retrocessione; con un successo, invece, il miracolo salvezza potrebbe materializzarsi, ma a patto che la Salernitana non abbia nel frattempo battuto l’Udinese nella contemporanea sfida dell’Arechi.

 

Nella giornata di ieri è emersa una defezione tra i convocabili per il Penzo: Goldaniga dopo un paio di sedute con il gruppo ha accusato un riacutizzarsi del fastidio alla caviglia. Tutti a disposizione gli altri, con la possibilità di rivedere Nandez tornare tra i titolari per la prima volta nel 2022. L’allenatore degli arancioneroverdi Soncin -anche lui ex primavera subentrato come il collega rossoblù Agostini- lamenta le assenze pesanti per squalifica di Okereke, Vacca e Klyne.

In laguna il Cagliari sarà accompagnato dal sostegno dei propri tifosi: la prevendita del settore ospiti ha fatto staccare finora 700 biglietti sui mille posti a disposizione.