covid

Ats a giudizio per la morte di un chirurgo nel 2020

Per il decesso del medico il pm Paolo Piras aveva chiesto il rinvio a giudizio per quattro dirigenti sanitari

Ats a giudizio per la morte di un chirurgo nel 2020
Tgr

L'ex Azienda di tutela della salute e la Labor Srl, proprietaria del policlinico sassarese, sono state citate a giudizio come responsabili civili nel procedimento in corso davanti al gup del tribunale di Sassari per la morte del chirurgo Marco Spissu, 72 anni, ucciso dal covid il 15 aprile 2020. 
Per quella tragedia, il pm Paolo Piras ha chiesto il rinvio a giudizio per quattro dirigenti sanitari, accusati di omicidio colposo ed epidemia colposa.


Il chirurgo, già in pensione, era rientrato in servizio per dare una mano in piena pandemia, e aveva contratto il virus dopo aver eseguito un intervento su un paziente nella struttura privata policlinico sassarese. Il degente in seguito era risultato positivo e aveva contagiato il medico, morto dopo un mese di lotta contro il covid.
La famiglia di Spissu si è costituita parte civile. L'udienza proseguirà il 21 giugno.