Voci di cessione

Cagliari calcio, per Giulini presto un'offerta

Un gruppo internazionale sarebbe pronto a confermare il proprio interesse anche dopo la retrocessione. In corso un'analisi del valore della società

Cagliari calcio, per Giulini presto un'offerta
RAI
TOMMASO GIULINI

Con la discesa in serie B, molte cose sono destinate a cambiare in casa Cagliari. Dalla scontata diaspora dei giocatori più importanti al rischio di disaffezione da parte del pubblico della Unipol Domus alla drastica riduzione degli introiti dalla cessione dei diritti televisivi. Per la società si prospetta un grande lavoro di riprogrammazione e accorta gestione di questa fase di passaggio in modo da sterilizzarne i potenziali effetti negativi sul bilancio.

Ecco perché se le voci di un possibile interesse da parte di un gruppo internazionale fossero confermate, non stupirebbe vedere il presidente Tommaso Giulini aprire a una trattativa. In questi giorni sono apparse notizie sugli organi di informazione circa la volontà di una holding straniera di presentare un’offerta per il cento per cento delle azioni del club isolano. Sarebbe in corso un’accurata analisi del valore di mercato della società -cambiato in seguito alla retrocessione- al termine della quale le parti dovrebbero avere un confronto per lo meno informale.

L’acquisizione della squadra di calcio –la cui appartenenza nel caso del Cagliari trascende i confini cittadini e provinciali per estendersi all’intero territorio regionale- sarebbe funzionale a un progetto di investimento che si rivolgerebbe anche ad altri settori economici in cui opera il gruppo interessato, il quale riterrebbe l’isola un brand da promuovere e valorizzare, naturalmente con interessi di impresa.