Caccia la miracolo

Cagliari-Venezia, per Agostini un Nandez in più

Per l'ultima di campionato il mister ha l'uruguaiano pronto per 90 minuti e l'intera rosa a disposizione.

Cagliari-Venezia, per Agostini un Nandez in più
Cagliari Calcio
Mister Agostini dirige il suo primo allenamento

Nandez pronto per tutti i 90 minuti, difesa al completo con il recupero anche di Goldaniga. In vista dell’ultima di campionato per Agostini la buona notizia è la piena disponibilità di tutti gli elementi della rosa. Meno incoraggiante la designazione arbitrale. Due incroci in questa stagione con Maresca di Napoli per il Cagliari, che in entrambe le occasioni ha rimediato una totale disfatta tra le mura amiche della Domus: 0-4 a dicembre contro l’Udinese, 0-3 lo scorso marzo contro la Lazio. Una tendenza da sovvertire a tutti i costi perché i rossoblù hanno un solo risultato a disposizione allo stadio Penzo domenica sera per continuare a sperare di evitare la retrocessione.

Circa 600 chilometri più a sud in linea d’aria, la Salernitana giocherà contemporaneamente la sua gara decisiva contro l’Udinese: con una vittoria la permanenza in Serie A è certa per il club del nuovo presidente Iervolino, che ha messo sul piatto un premio da sette milioni di euro in caso l’eccezionale rimonta in classifica venisse coronata da un’eroica salvezza. Ad Asseminello tira tutta un’altra aria. Negli ultimi due mesi i risultati non sono arrivati e la squadra è regredita a quella condizione di timore ed evanescenza che ha caratterizzato tutto il girone d’andata.

Il presidente Giulini oltre alla carta dell’esonero di Mazzarri non si è sbilanciato oltre per motivare all’impresa i giocatori, che in gran parte rischiano di finire sul mercato. Cragno, Joao Pedro, Marin, Nandez, Rog, Keita: sportivamente improbabile e finanziariamente insostenibile trattenerli per un campionato di serie B.