Sequestrate 270 tonnellate di Fiore sardo non Dop

Sono 7 gli indagati nell'ambito dell'operazione della Guardia di finanza nell'Isola

Sequestrate 270 tonnellate di Fiore sardo non Dop
Tgr Sardegna
La produzione del formaggio

Piu di 270 tonnellate di formaggio pecorino “Fiore sardo” sequestrate in Sardegna e sette produttori indagati per l'accusa di "contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari". E' il risultato dell'operazione svolta dagli uomini della Guardia di finanza nell'ambito dei controlli per la tutela del "Made in Italy". I militari hanno effettuato verifiche sul formaggio che per ottenere la denominazione "Fiore Sardo" deve prevedere l'utilizzo di latte "crudo" prodotto e trasformato solo in Sardegna. Ma dalle analisi eseguite è emerso "l'utilizzo di latte trattato termicamente in luogo di latte "crudo" da parte di alcuni produttori". La procura ha disposto quidni il sequestro preventivo della produzione di alcune case produttrici da dicembre 2021 a marzo 2022 e, così, sono stati posti i sigilli a 68mila forme di formaggio. "Il prodotto - precisano dalla Gdf - non ha evidenziato danni alla salute o pericoli connessi al consumo alimentare."