Dopo l'intervento del presidente della Regione Solinas

Stop all'occupazione del municipio di Porto Torres

Nuova protesta per rilancio vertenza, "subito cabina di regia"

Stop all'occupazione del municipio di Porto Torres
ansa
ANSA

I sindacati Cgil, Cisl e Uil del settore industria hanno sospeso l'occupazione della sala del Consiglio comunale di Porto Torres iniziata per accendere i riflettori sulla vertenza della "chimica verde" nell'ex polo petrolchimico turritano. La decisione dopo l'intervento del presidente della Regione, Christian Solinas, che ha scritto al Governo per chiedere di mantenere gli impegni presi. Ossia, "convocare la cabina di regia prevista dal protocollo d'intesa dal quale dipende il destino industriale del nord Sardegna", spiegano i rappresentanti dei lavoratori. Proprio per reclamare dall'Eni l'attuazione degli investimenti previsti dall'accordo siglato nel 2011 per rilanciare l'industria chimica a Porto Torres riconvertendo gli impianti dismessi alle produzioni "verdi", i sindacati avevano già manifestato più volte, a Sassari, nella stessa Porto Torres e anche a Cagliari.