Gdf: nel bilancio anche i 500 milioni congelati ai russi

Celebrato a Cagliari il 248^ anniversario della fondazione del Corpo

Gdf: nel bilancio anche i 500 milioni congelati ai russi
ansa
ANSA

Oltre 29mila ispezioni e 2mila indagini, 183 evasori totali e 1.333 lavoratori in nero scovati, oltre 1.700 verifiche sulla spesa pubblica con 755 denunce e 178 segnalazioni alla Corte dei Conti per danni all'erario pari a 90 milioni di euro. Sono solo alcuni dei numeri di un anno di attività svolta dalla Guardia di finanza della Sardegna che a Cagliari, al molo Ichnusa, ha festeggiato il 248^ anniversario della fondazione, presenti autorità civili, militari e religiose. 

L'evento è stato l'occasione per tracciare un bilancio anche delle attività più recenti, come quelle svolte in conseguenza della guerra in Ucraina: in Sardegna al 31 maggio sono state eseguite misure di congelamento di beni nei confronti di 7 oligarchi russi legati a Putin. Si tratta di fabbricati, autovetture di pregio, terreni e quote societarie per un valore complessivo stimato di circa 500 milioni di euro. 

Quanto alle altre attività, sono stati scoperti in un anno 4 milioni di euro di reddito di cittadinanza indebitamente percepito e 1,1 milioni di reddito richiesto senza averne diritto: 500 le persone denunciate. In materia di appalti, corruzione e altri reati contro la pubblica amministrazione sono state denunciate 70 persone e 4 quelle arrestate. Sul fronte della lotta al traffico e allo spaccio di droga sono state arrestate 66 persone e sequestrate 12,5 tonnellate di hascisc, 60 kg di cocaina, 4 kg di eroina e oltre un milione di piante di cannabis.