La protesta

Incendi, il personale di Forestas in agitazione

I 4mila lavoratori sono pronti allo sciopero

Incendi, il personale di Forestas in agitazione
ansa
Un'operazione di spegnimento

A nemmeno una settimana dall'avvio della campagna antincendio, in Sardegna è già tempo di proteste sindacali. Le rivendicazioni arrivano dai dipendenti dell'agenzia regionale Forestas, quattromila persone impegnate in tutta l'Isola, passate alla contrattazione nazionale nel luglio dello scorso anno. 
Ora Cgil, Cisl e Uil e le sigle Fesal e Clares hanno inviato una lettera al prefetto di Cagliari e alla Commissione nazionale di garanzia degli scioperi, perché in vista c'è lo stop a stagione ormai avviata.


Le ragioni della protesta riguardano, in particolare, il riconoscimento di alcune maggiorazioni previste dal contratto. Se non si arrivasse all'accoglimento delle richieste, ci sarà l'astensione dal lavoro, tra giugno e luglio, di una parte importante della squadra di lotta ai roghi. Sono circa 1500 i lavoratori dell'agenzia Forestas impegnati nella stagione a rischio, che andrà avanti fino al 15 ottobre. Già in questi giorni gli incendi nel Nuorese e in Gallura hanno distrutto decine di ettari di vegetazione.