Liste d'attesa infinite, la regione blocca le visite a pagamento

L'annuncio dell'assessore Nieddu:"Un provvedimento straordinario per assicurare al cittadino le prestazioni entro i tempi massimi previsti"

Liste d'attesa infinite, la regione blocca le visite a pagamento
Ansa
Medici al lavoro

In Sardegna le prestazioni intramoenia nelle strutture pubbliche sono state sospese, per ridurre le liste d'attesa. L'ha deciso l'assessore della Sanità, Mario Nieddu, con un provvedimento straordinario per assicurare al cittadino le prestazioni entro i tempi massimi regionali previsti per l'attività ordinaria."Una volta ripristinati i corretti volumi delle due prestazioni (istituzionale e intramoenia), la sospensione", assicura Nieddu, "sarà immediatamente revocata".

"Abbiamo richiesto alle aziende i flussi legati alle prestazioni intramurarie", spiega Nieddu, "e siamo in attesa di ricevere i dati definitivi. Fermo restando che il provvedimento non si applica alle visite già prenotate, abbiamo, però, riscontrato, su alcune prestazioni, il superamento dei limiti regionali con attese di oltre un anno o addirittura senza
certezza sui tempi di erogazione. Ecco perché ho deciso, e ho già richiesto per iscritto a ogni azienda, di provvedere a sospendere, fino al ripristino di una tempistica conforme, l'intramoenia per tutte quelle prestazioni che stanno sforando i tempi di attesa"."Nel processo saranno coinvolti i cup aziendali che, su determinate prestazioni
'fuori tempo'", precisa l'assessore, "non potranno dirottare il paziente verso l'intramoenia. È chiaro che provvederemo a monitorare l'andamento degli interventi previsti da questo provvedimento, garantendo nel caso le necessarie indicazioni per ridurre le criticità e rispondere in modo sempre più' puntuale ai bisogni dei cittadini e ridurre le disuguaglianze territoriali".

 

Nel servizio le interviste ad Antonio Monni (Cisl funzione pubblica Sassari), Mauro Usai (Sindaco Iglesias) e Emilio Montaldo (Presidente ordine dei medici di Cagliari)