Il numero dei morti supera ogni anno quello dei nuovi nati

Cagliari invecchia e perde residenti

In 20 anni 13.500 abitanti in meno. L'età media è ormai sopra i 50 anni

Cagliari invecchia e perde residenti
tgr
Veduta del porto di Cagliari dal quartiere Marina

Una città sempre più anziana e sempre meno abitata. L'emorragia di residenti non sembra riuscire a fermarsi, nonostante l'aumento di cittadini stranieri. Una fotografia impietosa quella scattata nell'ultima edizione dell'Atlante demografico pubblicato dal Comune di Cagliari.

In vent'anni, dal 2002, si sono persi circa 13.500 abitanti. Come se dalla mappa cittadina fosse sparito Is Mirrionis o fossero stati cancellati due quartieri di medie dimensioni, come San Benedetto e Quartiere del Sole insieme. I residenti nel capoluogo alla fine dell'anno scorso sono scesi a 151 mila e 800.

Una città abitata in buona parte da single. Il 48% dei nuclei, quasi uno su due, è composto da una sola persona. Con un'età media che continua a crescere e che ormai ha superato i 50 anni. In questo scenario non stupisce che Cagliari si confermi una città con pochi bambini. Quelli sotto i dieci anni sono appena il 5 per cento della popolazione mentre gli over 65 anni sono il 29 per cento. Tradotto, più o meno un residente su tre è in età da pensione.