59 milioni

Cellino, nuova richiesta di maxisequestro

L'imprenditore sardo, che ha sempre detto di essere innocente, è indagato a Brescia per reati fiscali

Cellino, nuova richiesta di maxisequestro
Ansa
Massimo Cellino

Nuovi guai in vista per Massimo Cellino, storico patron del Cagliari. Il pubblico ministero di Brescia Enrica Battaglia ha reiterato la richiesta di sequestro di 59 milioni di euro che secondo gli inquirenti sarebbero transitati dal trust all'estero attraverso il quale l’imprenditore sardo avrebbe svolto la sua attività in Italia. Da un anno e mezzo l’attuale presidente del Brescia Calcio è indagato per reati fiscali e la Procura della città lombarda nel febbraio del 2021 era arrivata a chiedere l'arresto in carcere ma il gip prima e il Riesame poi avevano rigettato l’istanza.

Sul tema del maxisequestro, però, recentemente la Cassazione ha accolto le posizioni dei giudici –a discapito dei ricorsi dei legali di Cellino- e successivamente rimandato gli atti per una nuova valutazione al Tribunale del Riesame, i cui giudici del riesame si sono riservati la decisione. Cellino si proclama innocente e all’uscita del Tribunale ha parlato di “ricostruzioni pazzesche”. “Sembrava che la pm -ha aggiunto- stesse parlando di una persona diversa da me".