Omicidio di Villagrande Strisaili, allevatore condannato all'ergastolo

È la condanna inflitta a Fabio Fois, 57 anni di Girasole, accusato anche di aver tentato di uccidere un'altra persona

Omicidio di Villagrande Strisaili, allevatore condannato all'ergastolo
Tgr

Ergastolo con isolamento diurno per sei mesi. È la condanna inflitta dalla Corte d'assise di Cagliari all'allevatore Fabio Fois, 57 anni di Girasole, in Ogliastra, accusato dell'omicidio di Fabio Longoni e del tentato omicidio di Daniele Conigiu. Dopo tre ore di camera di consiglio, seguita alle repliche del pubblico ministero Biagio Mazzeo e del difensore Marcello Caddori, la Corte presieduta dal giudice Giovanni Massidda (a latere Stefania Selis) ha letto in aula il dispositivo della sentenza che accoglie per intero le richieste dell'accusa e delle parti civili, gli avvocati Bruno e Paolo Pilia con Marzia Graziano. 

Fois è accusato di essere il killer che il 22 novembre 2017 organizzò l'agguato nelle campagne di Villagrande Strisaili. Come movente il pm aveva ribadito che sarebbe stata una vendetta per il furto di due asinelli compiuto l'anno precedente e ammesso da Daniele Conigiu, sopravvissuto all'agguato e raggiunto ad una gamba da un pallettone. La condanna all'ergastolo arriva dopo che la Corte aveva deciso di sondare anche moventi alternativi emersi in dibattimento, ma alla fine i giudici si sono convinti della colpevolezza di Fois. Lunga e appassionata era stata, invece, l'arringa dell'avvocato Caddori, certo dell'innocenza del suo assistito, che ora attenderà le motivazioni della decisione per presentare ricorso in appello. La sentenza è stata accolta in silenzio nell'aula della Corte d'Asisse, con l'imputato presente accanto al suo difensore, mentre ad alcuni dei familiari della vittima sono scese lacrime di commozione