Dopo due anni di stop

Torna Autunno in Barbagia in 32 paesi

Prima tappa a Bitti il 3 settembre. Coinvolte tremila aziende locali

Torna Autunno in Barbagia in 32 paesi
Autunno in Barbagia
Una corte barbaricina

Edizione numero 22 per Autunno in Barbagia, che torna dopo due anni di stop. Coinvolte tremila aziende in 32 paesi dell'interno isolano, per una manifestazione che in passato è arrivata a contare più di 500 mila visitatori l’anno. Partenza da Bitti, il 3 e 4 settembre, e ultime tappe a Orune il 17 e 18 dicembre

Un itinerario lungo quattro mesi che, come sempre, corrisponde a percorso tra tradizioni, cultura e gastronomia, fatto di cortili aperti ai visitatori nei fine settimana. Settembre vede protagoniste anche Oliena e Sarule (10-11), Dorgali, Orani e Teti (17-18), Austis (24-25). A ottobre tappa ad Aritzo, Desulo, Lula, Belvì, Onanì, Lollove, Meana Sardo, Sorgono, Orotelli, Tonara, Orgosolo, Ottana, Gavoi.  A novembre a Nuoro, Mamoiada, Tiana, Ovodda, Atzara, Ollolai. A dicembre Gadoni, Oniferi, Sarule, Fonni, Ortueri, Olzai

Oltre alla Regione, “Autunno in Barbagia” vede coinvolta nell'organizzazione la Camera di Commercio di Nuoro e la sua Azienda Speciale ASPEN. Il fatturato complessivo, nelle edizioni con più visitatori, ha raggiunto i 10 milioni di euro. Secondo i dati dell'ente camerale, oltre il 25 per cento è un turismo esterno all'Isola, concentrato per lo più nei mesi di settembre ottobre.

“Una bella boccata d’ossigeno per tutto l’entroterra. Diamo la possibilità ai turisti, anche nei mesi di spalla, di poter godere dell’accoglienza della Barbagia”, dichiara l'assessore al turismo Gianni Chessa. "L'importante è che riparta l’economia legata al turismo. I dati finora sono oltre le nostre aspettative”.

Le tappe del 2022 ras
Le tappe del 2022