Cagliari, 2 a 0 al Benevento. Rossoblù in dieci per trenta minuti

I gol di Lapadula e Luvumbo

Cagliari, 2 a 0 al Benevento. Rossoblù in dieci per trenta minuti
cagliari calcio
il prato della unipol domus

Vittoria importante per il Cagliari, che espugna per due reti a zero con merito il Vigorito di Benevento. Dopo un primo tempo soporifero, condizionato dall'afa, la partita si accende nella ripresa. I rossoblu colpiscono due volte, punendo la linea alta dei campani, prima con Lapadula, poi con Luvumbo. Tra le due reti degli isolani, l'espulsione di Obert che lascia la squadra in dieci. Ma il Cagliari non è mai in reale affanno. I rossoblu sono terzi in classifica, a due punti dalla Reggina e dal Brescia.

La cronaca:
- Parte forte il Benevento. Al secondo minuto tiro dalla distanza di Acampora, Radunovic si distende e para. 

- Al quinto assist di Mancosu ma Lapadula manca il pallone.

- Partita condizionata dal gran caldo, i ritmi sono tutt'altro che frenetici. All'undicesimo i sanniti protestano chiedendo un calcio di rigore per un fallo di mano di Rog su cross di Karic. Ma il croato, oggi capitano, è voltato nel momento in cui colpisce la palla. Per l'arbitro Aureliano e per il Var non c'è nulla da sanzionare.

- Al ventiquattresimo è ancora protagonista Rog, con un destro a giro che finisce sopra la traversa difesa da Paleari

-  Al trentesimo prima ammonizione per il Cagliari: il destinatario è Obert. In precedenza erano stati ammoniti i giallorossi Karic e Masciangelo

- Partita fiacca, la fase di stallo è prolungata. Al 45esimo un tiro debole di Nandez viene bloccato agevolmente da Paleari

FINE PRIMO TEMPO. Prima frazione di gara senza sussulti: il Cagliari non soffre, ma non crea pericoli significativi agli avversari. Qualche buona uscita con il pallone, grazie al fraseggio dei centrocampisti, ma arenatasi al limite dell'area avversaria. Nella ripresa servirà un cambio di passo

INIZIA IL SECONDO TEMPO

- Il secondo tempo si apre con una punizione di Nicolas Viola, ex di giornata, che non si chiude a sufficienza ed esce alla sinistra di Paleari. Poi grande chance per il Benevento: assist di Masciangelo per l'inserimento di Forte ma il suo tiro finisce sul corpo di Radunovic

- Al 54esimo vantaggio del Cagliari: lancio di Mancosu, deviato da Cappellini, per il taglio di Lapadula che batte in uscita Paleari. L'italo-peruviano non esulta per rispetto verso gli ex tifosi: fino alla stagione scorsa giocava con i sanniti

- Al 58esimo i rossoblu restano in dieci per l'espulsione di Obert. Lo slovacco, già ammonito, entra fallosamente in scivolata su Acampora e prende la via degli spogliatoi.

- Triplo cambio per Liverani: al posto di Viola entra Franco Carboni, che copre il buco lasciato da Obert sulla fascia sinistra di difesa. Esce anche Rog, stanco: il croato viene sostituito da Deiola. Dalla panchina si alza anche Pavoletti, che rileva Lapadula. Poi colpo di testa di Forte, bloccato da Radunovic

- Al 74esimo Liverani cala la carta Luvumbo, al posto di un esausto Nandez, oggi non lucidissimo

- All'81esimo grandissima occasione per il Benevento: cross dalla sinistra di Foulon per il colpo di testa di Forte, che anticipa Goldaniga, ma il pallone finisce alto sulla traversa.

- All'84esimo raddoppio del Cagliari con un contropiede di Zito Luvumbo, lanciato da Deiola. L'angolano firma la sua prima rete in serie B, con un sinistro che non lascia scampo a Paleari. In un primo momento l'arbitro annulla per fuorigioco, su segnalazione del guardalinee, ma il Var corregge l'errore di Aureliano: gol regolare

- Nel Cagliari Dossena prende il posto di Mancosu. All'88esimo in mischia Forte colpisce la traversa, poi Glik liscia clamorosamente il pallone a due passi dalla porta

- Aureliano concede sette minuti di recupero