Caro energia, Confesercenti avverte: A rischio 12 mila aziende

Il caro bollette colpisce in modo drammatico negozi, ristoranti, alberghi. L'associazione di categoria ha consegnato al prefetto una serie di proposte per intervenire subito.

Caro energia, Confesercenti avverte: A rischio 12 mila aziende
Tgr Sardegna
Vie dello shopping a Cagliari

Se negli ultimi due anni un bar spendeva in media 6.700 euro per l'elettricità, secondo le stime di Confesercenti, nei prossimi dodici mesi lo stesso bar spenderà quasi 15mila euro. Un aumento del 120% e un'incidenza sui ricavi aziendali raddoppiata, che arriverà a oltre il 10%. Allo stesso modo, un albergo di medie dimensioni vedrà lievitare la spesa energetica da 45.000 a 108.000 euro, con un'erosione di un quarto dei ricavi. Non va meglio per gli esercizi di vicinato, alle prese con rincari dell'80%, né per i ristoranti che registrano un +120% in bolletta. Il rischio, avverte Confesercenti, è che oltre un quinto di queste imprese esca dal mercato: circa 12mila aziende dei settori commercio e turismo, 6500 per l'artigianato, per un totale di circa 46mila posti di lavoro persi in Sardegna. L'associazione di categoria ha quindi presentato al prefetto di Cagliari una serie di proposte per altrettanti interventi di legge. Il primo punto prevede di rendere automatica la rateizzazione delle bollette. Poi si chiede di impedire ai fornitori, pubblico e privati, di procedere a slacci per morosità fino alla fine dell'anno. Ma anche di estendere alle piccole imprese il credito d'imposta per l'energia elettrica, e prorogare tutti gli interventi già in atto fino al 31 dicembre, incentivando nel frattempo gli investimenti in energia pulita.