Incidenti stradali

Due vittime nel fine settimana

A Bono è morto un 50enne. Sulla 387 a Selargius incidente con una vittima e 5 feriti

Due vittime nel fine settimana
Tgr Rai
Rilievi incidente mortale Selargius

Ancora uno schianto tra auto, e ancora una volta l'incidente diventa una trappola mortale. È successo sulla statale 387, all'altezza dello svincolo per Selargius e della deviazione per l'Osservatorio Astronomico. Intorno alle 2 del mattino tra sabato e domenica, la macchina su cui viaggiava Massimo Marongiu, 67 anni, in direzione Monserrato, si è scontrata frontalmente con un'auto che viaggiava in senso inverso, per poi carambolare su una terza vettura. Per Marongiu non c'è stato nulla da fare, l'uomo è morto al momento dell'impatto. Ferite le altre cinque persone coinvolte nell'incidente e che sono state tutte portate in ospedale dalle ambulanze del 118: nessuna è in gravi condizioni. Carabinieri e vigili del fuoco dovranno ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Di certo sulla 387 gli incidenti sono quasi all'ordine del giorno e continuano ad aumentare le croci. A fine giugno una donna rumena era stata investita e uccisa mentre camminava sul ciglio della strada. Qualche giorno prima, all'altezza di San Vito, a perdere la vita era stato un 44enne tedesco di origini sarde. La sua auto trafitta dal guardrail. 
E il bilancio del fine settimana sulla strade dell'isola si aggrava con la morte di un 50enne di bono, Antonello Uleri, molto conosciuto in quanto dirigente sportivo della squadra di calcio. Dopo l'impatto con un palo dell'illuminazione, sabato mattina era stato ricoverato in codice rosso a Nuoro. Ieri il suo cuore ha smesso di battere.