Meloni contestata a Cagliari, immagini al vaglio della Digos

Doppia matrice manifestanti, indipendentista e antifascista

Meloni contestata a Cagliari, immagini al vaglio della Digos
Ansa
ANSA

Immagini da esaminare attentamente per valutare se altre persone possano essere coinvolte nei disordini scoppiati durante il comizio della presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, a Cagliari. Per il momento non emergono novità, ma le indagini della Digos proseguono. Sono quattro le persone denunciate per resistenza a pubblico ufficiale e turbativa di comizio. E tra le persone identificate - in tutto una trentina - c'è anche il giovane salito sul palco a pochi minuti dall'inizio del comizio della leader di FdI sventolando una bandiera arcobaleno chiedendo il riconoscimento dei diritti della comunità Lgbt+. La matrice delle contestazioni sarebbe, a giudicare dai cori, di due tipi: indipendentista sarda e antifascista. 

I disordini sono durati pochi minuti con l'immediato schieramento di due file di forze dell'ordine in tenuta antisommossa. Ma tutto quello che è successo è stato filmato. Da lì ripartono le indagini anche per capire come improvvisamente siano nati i disordini.