Servizio civile digitale, venti posti a Cagliari

Gli operatori saranno impiegati in attività di sportello per aiutare i cittadini, soprattutto anziani, ad accedere ai servizi online

Servizio civile digitale, venti posti a Cagliari
Ansa
Un giovane al computer

Venti posti di operatore volontario del Servizio civile digitale, destinati a giovani di età compresa fra i 18 e i 28 anni, sono disponibili nel territorio metropolitano di Cagliari. Il programma, predisposto dalla Città metropolitana e denominato “Servizio civile digitale - Crescere cittadini metropolitani digitali”, include un progetto proprio, “Azioni metropolitane per l'inclusione digitale”, che prevede l'inserimento di quattro operatori, e due realizzati da enti ospitanti, i Comuni di Cagliari ("Progetto DigitalCagliari - I servizi della PA con un click") e di Sinnai ("Progetto PASS – Punto Assistenza Servizi Sinnai"), che accoglieranno rispettivamente altri dieci e sei volontari. 

Punto in comune, ha spiegato il sindaco Paolo Truzzu, è "il duplice obiettivo di dare ai giovani un'opportunità di formazione professionale e crescita personale, e di avvicinare i servizi digitali della pubblica amministrazione al cittadino, in particolare agli anziani”. I progetti avranno una durata di dodici mesi e un monte annuo complessivo di 1.145 ore. Ai giovani selezionati sarà riconosciuto un assegno mensile pari a 444,30 euro . Al termine delle attività progettuali sarà rilasciato dal dipartimento delle Politiche giovanili un attestato di svolgimento del servizio civile, e dall'ente ospitante un attestato o certificazione di riconoscimento e valorizzazione delle competenze. La domanda di candidatura deve essere presentata entro le ore 14 di venerdì 30 settembre, esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda On Line (DOL).