Torna la protesta dei pastori sardi

Assemblea convocata per il 12 ottobre a Tramatza

Torna la protesta dei pastori sardi
ansa
La protesta del latte

La macchina della protesta dei pastori sardi si rimette in moto e riparte a distanza di tre anni e mezzo dalla mobilitazione per il prezzo del latte. Gli allevatori si ritroveranno il 12 ottobre alle 10,30 in un'assemblea straordinaria a Tramatza, "per discutere tutti insieme le azioni da intraprendere per tutelare il comparto". Lo annunciano i portavoce dei pastori senza bandiere, Mario Carai , Fabio Pisu, Gianuario Falchi, Nenneddu Sanna, Antonio Doa e Gianluigi Argiolas che rilevano "la situazione fallimentare di tutti i comparti zootecnici sardi". "Considerati i costi, ormai insopportabili, che le nostre aziende agropastorali sono costrette ad affrontare nel quotidiano e che gli aiuti sperati risultano essenziali per portare avanti i comparti, vista la totale assenza delle associazioni di categoria e della politica", gli allevatori riprendono lo stato di agitazione.