Dal 7 novembre in sala la leggenda di Gigi Riva

Riccardo Milani firma il documentario sul calciatore dei record

Dal 7 novembre in sala la leggenda di Gigi Riva
Ansa
ANSA

Dal 7 novembre nei cinema della Sardegna, e subito dopo in tutta Italia distribuito da Vision Distribution, la storia di uno dei più leggendari giocatori del calcio italiano. "Gigi Riva - Nel nostro cielo un rombo di tuono", film diretto da Riccardo Milani, è un documentario tutto dedicato all'ex attaccante che ancora oggi detiene il record del numero di reti, ben 35, in Nazionale. Un uomo vero, che ha condotto la sua esistenza seguendo sempre sani ed etici principi, secondo un rigore morale mai visto prima. Riva, che ha trascorso gran parte della sua carriera calcistica con il Cagliari, è sempre stato un tutt'uno con la Sardegna, nonostante sia nato a Leggiuno, in Lombardia. Lui che proveniva dal nord, dalle rive del Lago Maggiore, è stato in grado di divenire simbolo di una terra non sua e di darle lustro calcisticamente. È per questo che la stessa Isola ha deciso di dargli nel 2005 la cittadinanza onoraria e in quello stesso giorno il Cagliari ha ritirato la maglia numero 11, indossata da Riva, per consegnarla a colui che quel semplice numero lo ha reso grande. Questo film che ritrae Gigi Riva sportivamente, ma si addentra anche nella sua vita personale, è un omaggio a un grande campione, nonché una delle figure più positive del calcio italiano e del nostro stesso Paese. Sceneggiato dallo stesso Milani e prodotto da Wildside, nel docu non ci sono attori che interpretano Riva, né ci sono voci narranti che raccontano la sua storia. Ci sono lui, le sue storie, le sue verità, i suoi ex compagni di squadra del Cagliari dello scudetto - l'anno in cui il Cagliari è stato più forte di ogni altra squadra - la gente di Sardegna che ha ripagato per sempre il suo affetto e la sua coerenza. "Raccontare Riva vuol dire anche raccontare un pezzo importante della storia del nostro Paese", ha dichiarato il regista.