Presidio davanti all'Enel contro il caro energia

Iniziativa Usb in 14 città italiane

Presidio davanti all'Enel contro il caro energia
tgr
l'aumento dei costi dell'energia

Cagliari è tra le 14 città italiane nelle quali domani, 3 ottobre, sindacato Usb e cittadini scenderanno in piazza contro il carovita e l'aumento delle tariffe energetiche per famiglie e imprese. L'appuntamento nel capoluogo è per le 10,00 in Via Roma angolo Viale Regina Margherita, davanti al palazzo dell'Enel e della sede Inps. 

"Il costo della vita aumenta vertiginosamente, i salari e le pensioni sono ferme. Se prima non riuscivamo ad arrivare a fine mese, adesso, non si arriva neanche a metà mese - spiega il sindacato. I dati Istat confermano quanto da tempo stiamo denunciando, il prezzo dei soli beni alimentari in Sardegna è cresciuto dell'11,2% che mediamente costringerà le famiglie sarde a spendere in più 780 euro all'anno solo per mangiare. Secondo l'Istat le voci legate all'abitazione hanno avuto un incremento del 26%. Le bollette elettriche sono triplicate. Anche Abbanoa ha annunciato imminenti rincari. I decreti aiuti sono certamente utili ma insufficienti, servono interventi efficaci e strutturali quali l'abolizione dell'Iva sui beni di prima necessità, il salario minimo a 12 euro all'ora, l'aumento dei salari e delle pensioni in base all'inflazione vera" - conclude Usb ricordando di avere presentato in numerose città, tra le quali Cagliari, un esposto sugli aumenti.